ANTICICLONE SUGLI SCUDI ALMENO FINO A META' SETTIMANA PROSSIMA

E’ onestamente difficile fare previsioni meteo dovendo ripetere da giorni sempre le stesse cose, perciò mi concentrerò su alcuni dettagli che caratterizzeranno i prossimi giorni e che, in qualche modo, produrranno delle leggere differenze rispetto al passato.

L’Italia è da oltre 10 giorni “prigioniera” di una vasta area anticiclonica, ma fino a qualche giorno fa deboli correnti atlantiche riuscivano a penetrare timidamente in Mediterraneo causando debole maltempo al nord, soprattutto nell’arco alpino di nord-ovest, e nel contempo giungevano velature nelle regioni centrali, a tratti anche coperture nuvolose consistenti.

Nei momenti di maggior apertura del cielo era possibile ammirare anche il fenomeno delle nubi lenticolari come testimonia questa foto inviatami dall’amico Romolo Di Francesco nel sulmonese; infatti sono nuvole che si formano proprio in coincidenza con elevata staticità atmosferica nei bassi strati e venti sostenuti in quota, che agiscono tipo cavalloni d’aria che seguono i saliscendi delle montagne e danno vita a questa forme inusuali di nubi.

Da qualche giorno le cose sono leggermente cambiate nel senso che l’anticiclone, come dimostra bene la mappa sotto, si è ulteriormente rinforzato conquistando in pratica tutta l'Europa continentale e impedendo al flusso umido atlantico di raggiungere il Mediterraneo.

Nella penisola pertanto il cielo risulta sereno o quasi di giorno, da nord a sud, mentre la notte si formano le nebbie, che nei prossimi giorni saranno sempre più estese e persistenti.

Schema barico che proseguirà senza interferenze anche nei prossimi giorni.

Anche in Abruzzo, soprattutto lato adriatico, potrebbero presentarsi foschie o nebbie sempre più estese e persistenti la sera/notte. Vi posto un'immagine dinamica di questa sera/notte (dalle 19 alle 7 di doani mattina) in cui si nota bene come la foschia/nebbia (colore giallo) sia ben presente.

Nei prossimi giorni pertanto anche nella nostra regione vivremo giornate con cielo sereno ovunque, sebbene non di un gran colore azzurro per la presenza di elevato vapore acqueo in aria; nel contempo avremo a che fare con la nebbia/foschia dal tramonto.

Le temperature rimarranno piuttosto miti di giorno con valori massimi tra 21 e 24 gradi e con le minime notturne si avvicineranno ai 10 gradi in collina, sotto nelle aree montuose e sui 15/16 gradi nelle zone costiere.

Detto dei prossimi giorni è lecito cercare di comprendere quando questa stasi climatica avrà fine e in tal senso può esserci di aiuto la mappa degli spaghetti meteo in cui si nota un importante cambiamento in arrivo, ma non prima del 4/5 novembre, quando potrebbero aprirsi scenari più consoni alla stagione per eccellenza più dinamica, ma ne parlerò quando avremo più certezze.