top of page
  • Immagine del redattoreBruno de Ruvo

...I Licheni nostri importanti amici...

Ciao, da Wikipedia: I licheni sono organismi simbionti derivanti dall'associazione di due individui: un organismo autotrofo - un cianobatterio o un'alga (per lo più una clorofita) - e uno eterotrofo, un fungo, in genere un ascomicete o un basidiomicete. Sono caratterizzati da un tallo e vengono classificati basandosi sulla tassonomia della specie fungina (nelle classificazioni precedenti facevano parte delle crittogame). I due simbionti convivono traendo reciproco vantaggio: il fungo, eterotrofo, sopravvive grazie ai composti organici prodotti dalla fotosintesi del cianobatterio o dell'alga, mentre quest'ultima riceve in cambio protezione, sali minerali ed acqua. L'evoluzione della lichenizzazione è probabilmente molto antica e non è avvenuta da un gruppo monofiletico di funghi lichenizzati. La lichenizzazione si è evoluta indipendentemente in numerosi gruppi, ipotesi avallata anche dai recenti studi molecolari. La vera natura simbiotica fu riconosciuta solo nel 1867 da Simon Schwendener.

...lasciando agli studiosi gli approfondimenti del caso, le determinazioni e i dovuti studi, vi dico solo che laddove abbiamo la curiosità di cercare, vedere, ammirare licheni sappiate che quel luogo in cui stiamo vivendo è un habitat particolarmente buono, sano, pulito. I licheni sono terribilmente esigenti.


in particolare, ieri, ho trovato e fotografato su tronco di Faggio un lichene particolarmente dedicato alla salubrità dell'aria e la qualità dell'ambiente, si chiama Lobaria pulmonaria e ha bisogno di tanto tempo per manifestarsi, quindi boschi ed alberi che possano vivere senza il timore del taglio, eccolo nelle foto sotto



Tutti noi possiamo diventare dei curiosoni della Natura, i mezzi a nostra disposizione ci permettono di allargare il campo delle osservazioni a beneficio di chi poi raccoglie dati e studia materiale. Fare buone foto, descrivere il ritrovamento e approcciarsi nei diversi gruppi di studio rappresenta la base della cosiddetta Citizen Science, la scienza dei cittadini...


...una potenzialità a disposizione della Scienza, approfittiamone, miglioreremo le nostre conoscenze e, incredibilmente, proveremo una forma di rispetto oltremodo.


quelle che avete visto sono mie foto che tutti possono fare...accendiamo la nostra curiosità...grazie e ciao

Comments


bottom of page