top of page
  • Immagine del redattoreMarco Di Loreto

TEMPO INCERTO NEI SETTORI ADRIATICI, POI RIMONTA ANTICICLONICA MITE FINO A NATALE COMPRESO

La circolazione depressionaria si sta spostando nei Balcani, ma il suo movimento antiorario favorisce l'arrivo di aria più fredda da nord/est, che entra in contrasto con le acque più calde del mare Adriatico. Si nota bene nella foto del radar come siano in atto precipitazioni in mare, che tra poco impatteranno con le coste delle regioni orientali.

Anche in Abruzzo, dopo questa parte di mattinata parzialmente nuvolosa, assisteremo ad un incremento di nuvole dal primo pomeriggio e ad esse saranno associate deboli precipitazioni, nevose oltre i 1700 metri di quota, che interesseranno il teramano, il pescarese e il chietino; esclusi dai fenomeni i settori occidentali.

La domenica sarà ancora disturbata nei settori orientali della regione e non si esclude ancora qualche isolato scroscio di pioggia nelle aree litoranee; meglio, ma sempre in un contesto di estesa copertura nuvolosa, nel resto della regione.

La mappa delle ore 13 mostra la presenza di nuvolosità in tutti settori adriatici, dalla Romagna alla Puglia.

Mentre nei settori orientali insisterà la nuvolosità, in quelli occidentali si manifesteranno i primi segnali della rimonta anticiclonica, che sarà più incisiva nella penisola iberica, ma ad inizio settimana giungerà anche in Italia.

Si tratta di una rimonta importante, non tanto perché porterà stabilità atmosferica a ridosso delle festività natalizie, quanto perché potrebbe durare per tutta la settimana prossima ed anche oltre. Questa la carta di Natale del modello europeo, ma in generale tutti i modelli sono concordi, che favorirebbe non solo bel tempo, ma temperature decisamente miti.

E’ ovvio che mancando ancora 8 giorni tutto può cambiare in meteorologia, ma quando tutti i modelli non hanno dubbi un ribaltone è alquanto improbabile.


bottom of page