top of page
  • Immagine del redattoreMarco Di Loreto

ancora perturbazioni atlantiche tra domani e domenica

Cambiano i protagonisti, ma la scena e la trama rimangono le stesse: cicloni nord atlantici che si insediano in area britannica e spingono fronti perturbati verso la nostra penisola. Tra oggi e domani il “regista” del tempo sarà HELMOE che, nella sua azione vorticosa,

ha generato un fronte perturbato (Helmoe III), ormai in procinto di raggiungere l'Italia, seguito domani da un secondo fronte.

Ecco la probabile evoluzione in termini di pioggia fino alla mezzanotte di oggi.

Si nota bene come le precipitazioni stanno già interessando il nord/ovest e nelle prossime ore raggiungeranno il resto delle regioni settentrionali oltre a quelle centrali tirreniche.

Per quanto riguarda la nostra regione tempo in graduale peggioramento da questa sera e prime piogge deboli su aquilano, fenomeni più intensi su Marsica e alto Sangro; assenti o quasi nei versanti adriatici, dove si assisterà ad un aumento della ventilazione sui monti con possibile sconfinamento verso valle e zone costiere, ma con intensità decisamente minore di quanto vissuto la settimana scorsa.

Nella notte le piogge continueranno ad avanzare verso sud, mentre migliorerà momentaneamente al nord. Nella mappa sinottica centrata per metà giornata di domani sono rappresentati i due fronti in azione nella nostra penisola, il primo ormai in procinto di lasciare il meridione ed il secondo posizionato al nord e che si sposterà rapidamente verso sud/est. Nella mappa ho indicato con il numero 3 il fronte che invece diverrà protagonista domenica prossima.

Dall'immagine in movimento si intuisce come le piogge interesseranno il centro/sud al mattino di domani, pausa a metà giornata e poi altre precipitazioni al nord/est e centrali lato tirrenico.

In Abruzzo notte su venerdì all'insegna della pioggia in tutti i settori occidentali, solo occasionali e deboli i fenomeni su quelli orientali; pausa con anche schiarite durante le ore centrali e pomeridiane, poi nuovo peggioramento dalla sera con piogge che potrebbero raggiungere più facilmente anche i settori adriatici, ma con intensità via via meno rilevante avvicinandosi verso le zone costiere. Ecco la mappa di stima degli accumuli per venerdì.

Sabato invece si candida ad essere una giornata interlocutoria, perlomeno al centro/nord ed infatti nella mappa di stima delle precipitazioni i fenomeni sono principalmente relegati a sud.

In Abruzzo pioggia durante la notte su sabato, ma rapido miglioramento tant'è che già dal mattino tornerà il sole e dovrebbe mantenersi per tutto il giorno.

Domenica arriverà invece il fronte indicato prima con il numero 3, che potrebbe attivare una debole circolazione ciclonica nel mare nostrum.

Nell'aggiornamento di sabato vedremo meglio se la traiettoria e le aree interessate dai fenomeni sono le stesse evidenziate dal modello europeo di calcolo oggi.

Le temperature, dopo il leggero rialzo di venerdì e sabato, a seguito dell'attivarsi di venti libecciali, torneranno in media, e forse sotto, domenica, quando le massime non superanno i 15 gradi nelle aree adriatiche e rimarranno sotto i 10 in quelle occidentali.

Yorumlar


bottom of page