top of page
  • Immagine del redattoreMarco Di Loreto

DA DOMANI POMERIGGIO TORNA DEBOLE MALTEMPO IN TUTTA LA REGIONE

Aggiornamento: 4 dic 2022

L'Italia continua ad essere bersagliata da impulsi perturbati atlantici, infatti mentre resiste, seppur molto debolmente, una circolazione ciclonica tra Puglia e Grecia, altri disturbi sono pronti ad interessare il Mediterraneo occidentale, per poi coinvolgere nel maltempo un po’ tutta la penisola tra domani pomeriggio e domenica.

Vi propongo la dinamica delle precipitazioni previste per domani che permettono di comprendere bene da dove giungerà il peggioramento, che interesserà anche la nostra regione.

Nello specifico per la nostra regione vivremo una fase parzialmente nuvolosa domani mattina con anche sprazzi di sole, ma con il passare delle ore la nuvolosità andrà estendendosi in modo sempre più compatto e già dal primo pomeriggio potranno manifestarsi le prime precipitazioni nei settori meridionali dell'Abruzzo, in estensione successiva a quelli settentrionali. Ecco la possibile dinamica delle piogge a partire dalle 13 di domani e fino a mezzanotte.

Il sabato sarà, come accade ormai spesso negli ultimi tempi, il giorno più perturbato un po' su tutta la penisola e la mappa degli accumuli previsti è molto chiara in tal senso. Pioggia ovunque da nord a sud anche se le regioni tirreniche, maggiormente vicine al minimo di pressione che si verrà a formare nel Mediterraneo occidentale, saranno quelle coinvolte nel maltempo più rilevante.

In Abruzzo sarà un sabato coperto ovunque e con precipitazioni che a intervalli irregolari intereseranno tutti i settori della regione, sebbene quelli occidentali della Marsica e dell'alto Sangro dovrebbero essere quelli coinvolti dai fenomeni più intensi.

La quota neve inizialmente potrà resistere a quote di media montagna (1400/1500 metri), ma con il passare delle ore, causa ventilazione meridionale, sarà destinata ad innalzarsi anche oltre i 2000 metri. Nella mappa sotto la possibile quota neve domani sera.

Tempo incerto e a tratti perturbato anche domenica con le regioni tirreniche e settentrionali maggiormente coinvolte nei fenomeni, ma non mancheranno debolmente anche nelle regioni adriatiche.

Dal punto di vista delle temperature, complice la ventilazione meridionale, anche in Abruzzo i valori sia massimi che minimi sono destinati ad aumentare seppur di poco, soprattutto da domenica. Ecco la mappa relativa ai valori delle ore 5 di domenica mattina.

ed ecco invece quella di domenica alle ore 13 in cui si notano addirittura valori superiori ai 15 gradi nel chietino.

Le prospettive a medio periodo non fanno intravedere grossi scossoni nè in termini di gelo nè in termini di caldo fuori stagione. Avremo un un leggero sopra media che potrebbe anche avvertirsi poco, mentre oltre il 7/8 dicembre è vietato avventurarsi perchè le proiezioni sono davvero ingarbugliate.

Komentarze


bottom of page