top of page

IL MALTEMPO ENTRA NEL VIVO E NEL FINE SETTIMANA PORTERA' NEVE ANCHE A QUOTE COLLINARI

Aggiornamento: 3 giorni fa

Stiamo entrando nella fase di più intenso maltempo che ci terrà compagnia molto probabilmente per tutta la settimana e anche oltre. La saccatura nord atlantica, alimentata da aria fredda polare marittima, continua a spingersi sempre più a sud e domani sera raggiungerà anche le coste del nord Africa, accentuando ulteriormente i contrasti. Il freddo è ancora relegato al nord dove saranno possibili nevicate, soprattutto al nord/ovest, a quote basse, mentre al centro/sud, complici i fortissimi venti dai quadranti meridionali, la neve continuerà a rimanere relegata alla media montagna e solo da mercoledì inizierà a scendere repentinamente più in basso.

In Abruzzo ci attende un periodo burrascoso con pioggia e vento protagonisti da questa sera e fino tutto domani (neve copiosa da 1200 metri di quota, ma in risalita momentanea domani).

Forte maltempo anche mercoledì ma, come si può notare bene dagli spaghi meteo sotto, inizierà il crollo termico graduale e continuo, che farà scendere la quota neve prima verso la bassa montagna (700/800 metri) e da venerdì sono davvero elevate le probabilità di avere precipitazioni nevose a quote collinari. Difficile,ad oggi, stabilire fin dove si potrà spingere la neve, ma dovrebbe essere quasi scontata dai 500/600 metri in su, molto probabile dai 300/400 metri e possibile dai 200/300 metri.

Una particolare attenzione al vento che fino a mercoledì sera potrà soffiare davvero forte in montagna, ma con estensione, come sta già avvenendo in molte località abruzzesi adesso, anche nelle aree interne e costiere.


Infine vorrei farvi notare come le curve continuino a rimanere sotto la media del periodo (curva rossa) fino a fine mese, pertanto l'inverno continuerà ad essere rigido anche in futuro, casomai non con la neve ma con gelate diffuse anche a quote molto basse.

bottom of page