UNA GOCCIA FREDDA SARA' LA PROTAGONISTA DEL WEEKEND PORTANDO FREDDO, PIOGGIA E NEVE IN MONTAGNA



L'Italia continua ad essere sotto il dominio di una vasta area anticiclonica che, nei settori settentrionali, risulta molto indebolita e sotto interferenze umide atlantiche. Al nord infatti nuvole e deboli precipitazioni sono protagoniste da ieri, mentre sul resto della penisola velature e sole si intervallano in un contesto climatico mite ma senza eccessi, se non nell’estremo sud.

Nei prossimi giorni l'area anticiclonica si andrà rafforzando nell'Europa occidentale e, successivamente, anche in quella centrale e baltica, mentre ad est si formerà una circolazione ciclonica in quota (goccia fredda) che nel weekend farà visita anche nella nostra penisola. Nell'immagine che segue si nota bene il percorso che la stessa effettuerà da venerdì fino a lunedì prossimo (lettera B).

I modelli previsionali negli ultimissimi aggiornamenti stanno convergendo tutti in questa traiettoria e dinamica generale pertanto nella mattinata di sabato impatterà in Puglia per poi risalire la penisola rapidamente tant'è che domenica sera sarà al nord e lunedì avrà raggiunto la Germania.

Una goccia fredda di piccole dimensioni e neanche molto carica di freddo in quota non riuscirà a produrre vero e proprio maltempo, ma di certo nuvole e precipitazioni a tratti saranno protagoniste del weekend.

Questa notte e nelle prime ore di domani nuvolosità irregolare, più estesa e compatta nei settori adriatici, potrà favorire al mattino anche debolissime piogge nelle aree costiere, ma in generale la giornata di S. Martino sarà caratterizzata da nuvole e velature intervallate a timide aperture del cielo. Le temperature potranno raggiungere valori massimi appena inferiori a quelli di oggi per la presenza di correnti settentrionali, mentre le minime saranno in media con quelle del periodo comprese tra 3 e 12 gradi.

Sabato si inizierà ad avvicinare la goccia fredda in quota e con il passare delle ore la copertura nuvolosa andrà intensificandosi, ma solo in serata, come si nota bene nella dinamica delle pioggie postata sotto, giungeranno dal mar Adriatico nuclei carichi di pioggia che coinvolgeranno in poche ore tutto il centro/sud. Nello specifico nuvolosità irregolare al mattino e nuvole sempre più compatte dal pomeriggio; dalla sera piogge che dalle zone costiere si estenderanno rapidamente in quelle interne. Visto il freddo in alta quota, con l'aumentare delle precipitazioni le temperature diminuiranno rapidamente e le nevicate potranno interessare anche la media montagna (1400/1500 metri). Durante la serata tutto l'Abruzzo, fatta eccezione per le zone costiere, avrà valori termici inferiori ai 10 gradi.

Per domenica mattina la goccia fredda avrà raggiunto l'Italia centrale e dalla sera il nord, pertanto il tempo in regione sarà ancora incerto, a tratti perturbato, nella prima parte di giornata, mentre tenderà a migliorare lentamente dalla sera.

Il clima rimarrà piuttosto fresco anche in pieno giorno domenica ed infatti le massime supereranno di poco i 10 gradi in buona parte della regione. Ecco i valori stimati alle 13 del 13 novembre.

L'esatta dinamica delle piogge e delle zone interessate potrebbe ancora subire delle variazioni pertanto vi invito a seguire l'aggiornamento di sabato, in cui cercherò di essere ancor più dettagliato per quanto riguarda la nostra regione.

Dopo il passaggio di questa goccia fredda retrograda sembra aprirsi di nuovo la porta atlantica con il suo carico di piogge tipicamente autunnali, ma ne parlerò con dovizia di particolari nel prossimo aggiornamento.