I bambini incontrano la natura: racconto di una domenica tra funghi e castagne

E' domenica e si potrebbe piacevolmente dormire fino a tardi, ma Bruno De Ruvo ha avuto un'idea geniale, quella di riunire intere famiglie con bimbi e ragazzi per incontrare la natura tra funghi, castagni ed anche qualche breve informazione meteo.


Il luogo dell'incontro è l'incantevole montagna dei Monti della Laga nei boschi di Valle Fara, piccola frazione di Valle Castellana.


Dopo una breve scarpinata, giusto per scaldarsi un po', arriviamo al primo castagneto di Luigi, il proprietario di alcuni castagni di cui poi ci illustrerà nel dettaglio ogni cosa.

Segue qualche parola di introduzione di Bruno e poi si parte per una prima raccolta di castagne: è uno spettacolo di gioia, tenerezza e purezza. Un video e alcune foto meglio raccontano questo momento.











Dopo aver riempito cestini e buste è il momento di parlare un po' di funghi e così, quasi in religioso silenzio, Bruno spiega nei dettagli le caratteristiche di alcune specie trovate per strada.

Il momento più carino avviene qualche minuto dopo quando Bruno decide di far vedere ai bambini da vicino il fungo killer, quello che non dovranno mai raccogliere e mangiare, l'AMANITA PHALLOIDES.

Bellissimo anche questo momento in cui un bambino va da Bruno per fargli vedere i funghi che ha trovato.

La giornata prosegue con gioia e serenità ed anche chiacchierando un po' di meteo tra cambiamento climatico, curiosità sui tipi di nuvole e cosa potrà accadere questo inverno.

Dopo un piacevole ristoro accompagnato, per gli adulti, da un buon vino rosso, siamo pronti ad una nuova fase di raccolta di castagne, ma arriva giusto in tempo Luigi che in poche parole ci fa entrare nel meraviglioso quanto lavorato mondo del castagno.

Sentite dalle sue parole come ci introduce nel comprendere l'habitat ideale del castagno.

Cosa rende un castagno sano? Luigi prontamente risponde nei dettagli alla domanda.

Un po' di storia non guasta mai ed ecco una sintesi di cosa rappresentava per i locali il castagno ed i suoi frutti.

Infine una interesantissima mini lezione su come riconoscere un castagna da un marrone.

La giornata prosegue spostandoci in un altro bosco di Luigi, ben curato e davvero, passatemi il termine, un "piccolo paradiso" in terra.

A conclusione di questo foto-racconto non posso che ringraziare Bruno De Ruvo per aver organizzato l'evento e per avermi reso partecipe; un immenso grazie a Luigi che ci ha autorizzato a raccogliere le castagne nei suoi castagneti e per averci spiegato con grande chiarezza molte curiosità su questo mondo così affascinate. L'augurio è che eventi così possano ripetersi ancora perchè stare in mezzo alla natura è bellissimo e, se si ha la fortuna di farsela raccontare da chi la viva tutti i giorni, è ancor più bello!