top of page
  • Immagine del redattoreBruno de Ruvo

...morire di funghi...

ciao, purtroppo l'anno micologico comincia annoverando già la prima vittima a causa di consumo di un fungo tossico mortale. Una povera signora di 92 anni, nella Regione Campania. Bambini fino ai 12/14 anni, donne in gravidanza o in fase di allattamento e anziani NON DEVONO mangiare funghi, soprattutto se ci sono patologie in corso o uso di medicinali. E' la prima norma di rispetto e di precauzione da adottare in famiglia. Ma veniamo al fungo che ha procurato la morte della povera signora, sperando che gli altri componenti possano superare la crisi causata dalle terribili amatossine che attaccano e disfanno il fegato in un circolo ininterrotto. Ma qual è il fungo incriminato?...eccolo

...Amanita verna, uno stupendo fungo come sono tutti quelli che appartengono ad un genere molto evoluto, Amanita. Lamelle BIANCHE che rimangono BIANCHE, anello a gonnellino, volva sempre presente ma purtroppo molto ben sotterrata, elemento importante.

ma con quale fungo può essere, molto superficialmente, scambiato? Molto probabilmente con questi...gli Agaricus di bosco

che sono funghi buoni da consumare, sempre se riconosciuti. Una raccolta disattenta che valuta solo il cappello può combinare il disastro...guardate questo cappello e poi l'altro


questo è un Agaricus, l'altro Amanita verna. Ma esiste un modo sicuro per riconoscerli? Abbiamo detto della volva e delle lamelle bianche...

le lamelle dei funghi appartenenti al genere Agaricus sono inizialmente rosate per poi divenire color cioccolato, mai totalmente candide, bianche...

come nella A.verna. Nei corsi micologici per l'ottenimento dell'autorizzazione alla raccolta l'AMENA insiste molto nella visione dei funghi mortali o fortemente tossici, non occorre dare un mare d'informazioni con tanti funghi che poi nessuno ricorda ma insistere ed insistere nel far fissare gli elementi importanti dei funghi tossici mortali.


buona norma sarebbe iniziare dalle scuole a far conoscere i funghi, peccato che non ci si riesce. La memoria di un bambino è vivace e non dimentica, una disattenzione può decimare una famiglia. Un'ultima cosa, siate sempre severamente critici, non fidatevi di nessun presunto esperto, non consultate foto sui libri, non affidatevi alle APP, per Legge gli unici deputati al riconoscimento dei funghi sono gli Ispettorati Micologici che rilasciano autorizzazione al consumo e i Micologi iscritti all'Albo Nazionale presso il Ministero della Sanità. Se vi succede qualcosa o causate qualche danno ne sarete responsabili penalmente e civilmente. Io mangio funghi solo se li ho visti e valutati prima della preparazione. Ciao

Comments


bottom of page