...oltre la migliore indicazione...


...senza memoria non si ha cultura... L'andar per funghi non è escursionismo, non è camminar su sentieri segnati biancorossi, percorsi mappati, con un numero e spesso con indicazioni su tabella segnavia, ma è, invece, vivere la Natura così, come capita, nella libertà più assoluta. Eppure dei punti di riferimento il buon fungaiolo li ha. Un masso, il rumore dell'acqua, una cascata, un albero di una certa forma, ecc....sono tra i più quotati. Nel bosco può capitare di tutto, un temporale fa notte, un banco di nebbia genera insicurezza ed ansia ma il saper riconoscere la strada attraverso i simboli da sicurezza. Quello che vedete in foto è quello più famoso tra i segnali, il più naturale, è nei nostri boschi di Montagna, tra i Boschi d'Eccellenza, nell'Università dei Funghi, da lì al sentiero importante non manca molto, si potrà ridiscendere in tutta tranquillità, siamo sulla strada giusta, il ramo così particolare indica anche la direzione. Non dirò in quale Bosco è situato questo strano faggio, con questa crescita particolare, quasi un semaforo..in alcuni momenti si colora anche di giallo con dei funghi del Genere Pholiota, non lo dirò perché è quasi superfluo dirlo ma anche perché il vero cercatore deve costruirsi da solo, con la sua esperienza e spirito d'osservazione, i propri punti di riferimento. Auguro soltanto lunga vita a questa creatura di bosco...grazie. Ciao